Puntatori laser, l’ira del procuratore

Il procuratore di Bologna Giovannini interviene sul caso dei puntatori laser: “I genitori hanno ragione a essere indignati ma per primi devono esercitare la funziona di garante nei confronti dei minori”.