A Marzabotto il racconto di un sopravvissuto

Davanti al al Sacrario dei Caduti, nel giorno della visita del Futa65 c’era anche uno dei bambini sopravvissuti alla strage di Marzabotto


Marzabotto, Club 65 Futa in visita al Sacrario

Assente il giocatore che fece il saluto romano e mostrò la maglia nera della Repubblica Sociale Italiana


Un fiore al Sacrario per dire no al fascismo

Un gesto che vuole condannare l’esultanza del giocatore del Futa 65 a Marzabotto. Intanto domani la squadra e i dirigenti si recheranno nel comune dell’appennino bolognese


Marzabotto, saluto romano dopo il gol: vergogna

Un giocatore della squadra ospite, 65 Futa, si è tolto la maglia mostrando i simboli della Repubblica di Salò. Sospeso e multato, le scuse della società, l’indignazione delle istituzioni


Marzabotto, Forza Nuova contro i profughi

Lunedì è prevista una manifestazione di protesta organizzata da Appennino tricolore, a cui ha aderito Forza Nuova. Il sindaco Romano Franchi è pronto a bloccare l’iniziativa.


Marzabotto, ritirata la medaglia al boia di Marzabotto

Lo rende noto il parlamentare Pd Andrea De Maria, che di Marzabotto fu sindaco e che è stato uno dei primi a muovere una mobilitazione.


Marzabotto: “Ricordo di drammatica attualità”

E’ il messaggio portato, a nome del governo, dal ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti alla commemorazione del 70esimo anniversario della strage di Marzabotto


Strage Marzabotto, la Mogherini non ci sarà

Intanto Renato “Italiano” Romagnoli è il nuovo presidente dell’Anpi di Bologna, eletto con voto unanime del comitato provinciale


Morto ex sindaco Marzabotto Masetti, cordoglio istituzioni

La sua scomparsa “riempie di dolore tutti noi – scrive in un messaggio inviato ai familiari il vicepresidente della Regione, Simonetta Saliera – è stato sindaco onesto, capace, competente”


Stragi nazifaciste, il sindaco di Marzabotto scrive a Napolitano

Assieme ai primi cittadini di Stazzema e Fivizzano ha chiesto un’udienza sul tema. Sono le località con il maggior numero di vittime provocate dai nazifascisti del 1943-45