in:

Christian Daghio, 49 anni, ha vinto 7 titoli mondiali di thaiboxe. Lunedì i funerali in Thailandia, dove aveva scelto di vivere e dove lascia una compagna ed una figlia

Si terranno lunedì in Thailandia i funerali di Christian Daghio, l’ex campione mondiale di arti marziali e boxe originario della Bassa modenese morto ieri in ospedale a Bangkok per le conseguenze di un colpo subìto sul ring in un incontro per il titolo mondiale di boxe (pesi supermedi) che si è svolto venerdì 26 ottobre. Daghio, 49 anni, è stato raggiunto già nei giorni scorsi dal papà e dai fratelli nella sua terra d’adozione, nella quale per sua volontà verrà seppellito. Proprio per la sua passione per la thaiboxe, Daghio aveva deciso di vivere a Pattaya, dove risiedeva da trent’anni gestendo un resort, in cui insegnava sport da combattimento ad allievi di tutto il mondo. “Christian è morto come voleva morire, ossia sul ring” racconta il fratello Fabrizio, anche suo manager e allenatore. “Sognava di combattere fino a 80 anni”. Daghio è morto a seguito dei colpi subìti dall’avversario Don Parueàng in un incontro definito “leale” dai famigliari del boxeur originario di Novi. Daghio lascia la compagna e una figlia piccola.


Riproduzione riservata © 2018 TRC