in:

Il cortometraggio, premiato nell’ambito di MigrArti 2018, è stato presentato in anteprima all’ultima edizione del Festival del Cinema di Venezia

Sonia ha 15 anni, nuota da quando era piccolissima, Sammy, suo fratello è un po’ più grande e il nuoto lo ha portato in America dove gareggia per la squadra del College. Per loro, nati a Bologna da mamma nigeriana e papà italiano la felicità è blu. Come l’acqua della piscina in cui si allenano con costanza e successo, come recita il titolo di un documentario firmato dalla regista Enza Negroni e prodotto da Valeria Consolocon il sostegno di Uisp Emilia Romagna. Quella di Sammy e Sonia è una storia di sport, di belle emozioni, di fair play, ma soprattutto di integrazione, per smontare il potere alienante degli stereotipi.

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC