in:

Solo bronzo per Gregorio Paltrinieri agli Europei di Glasgow. Il campione carpigiano delude ma aveva la febbre.

Dopo tre ori europei consecutivi, si chiude a Glasgow il dominio continentale di Gregorio Paltrinieri nei 1500 metri stile libero. Il nuotatore carpigiano è stato battuto al termine di una gara durissima dal tedesco Florian Wellbrock e dall’ucraino Mikhaylo Romanchuk. 14.42.85 il crono di Paltrinieri, 12 secondi più veloce rispetto alla semifinale di ieri, ma comunque lontano oltre 6 secondi dal vincitore. Quarto al termine delle batterie, Paltrinieri aveva tentato la solita partenza veemente in grado di stroncare le velleità avversarie. Ma questa volta Wellbrock e Romanchuk reggevano il ritmo iniziale di Greg prima di involarsi ai mille metri. Progressivamente, aumentava il distacco di Paltrinieri dai concorrenti, col carpigiano costretto ad accontentarsi del gradino più basso del podio: per ritrovare un bronzo di Paltrinieri in un grande appuntamento internazionale bisogna riavvolgere il nastro di cinque anni, fino ai mondiali di Barcellona 2013. Deluso ma consapevole al termine della gara Paltrinieri: “La sconfitta fa parte dello sport, dispiace più che altro essere arrivati a questo appuntamento in condizioni fisiche precarie – ha detto a caldo Greg – i miei avversari crescono costantemente e con questi tempi sarebbe stata dura vincere anche se mi fossi presentato al top: complimenti a Wellbrock e Romanchuk” ha concluso con fair play Paltrinieri, fuoriclasse anche nel giorno in cui abdica al trono europeo dei 1500 metri.


Riproduzione riservata © 2018 TRC