in:

Nel giorno del dell’addio in pista a Sergio Marchionne e della seconda vittoria consecutiva di Hamilton la scuderia di Maranello chiude il Gp di Ungheria con due piloti sul podio

Due Ferrari sul podio non bastano per fare festa. Nel giorno del rispettoso saluto della Formula 1 al presidente del Cavallino Sergio Marchionne, ricordato con un minuto di silenzio in pista, la rossa limita i danni mentre Lewis Hamilton vince la seconda gara consecutiva, allunga ulteriormente in testa al Mondiale e arriva alla pausa di agosto con 24 punti di vantaggio su Sebastian Vettel. Il tedesco rincorre ancora e rimpiange, oggi più che mai, la vittoria gettata al vento sette giorni or sono davanti al suo pubblico in Germania. All’Hungaroring la SF71H numero 5 ha guadagnato una posizione in partenza e ha avuto la sola opportunità di infastidire la Mercedes del diretto rivale soltanto a metà gara quando con un pit stop leggermente più veloce sarebbe rientrato in pista al giro 40 davanti a Bottas e alle spalle del solo Hamilton. La sua Ferrari è rientrata invece terza, dicendo addio ai sogni di gloria e lavorando da quel momento per l’obiettivo massimo del secondo posto. Un piazzamento conquistato grazie al sorpasso di forza sullo stesso Bottas al 65° giro, con il finlandese che tocca il pneumatico della rossa di Vettel e si ritrova alle spalle anche del connazionale Raikkonen. Un contatto che i giudici decidono di non investigare lasciando alla pista un verdetto che permette alla Ferrari di piazzare entrambi i piloti sul podio, ma alla Mercedes di prendersi la festa vera per una gara dominata dal primo all’ultimo giro.

Le chance per riaprire la corsa al titolo ancora ci sono. Tra il 26 agosto e il 25 novembre saranno nove i gran premi che Vettel e la Ferrari avranno a disposizione per azzerare il gap e mettere la freccia, ma è chiaro che se da un lato la rossa si è dimostrata competitiva, dall’altra il margine d’errore si assottiglia con il passare delle settimane. Dopo un mese di riposo si tornerà in pista in Belgio nel fine settimana che precede l’appuntamento con il gran premio d’Italia a Monza.


Riproduzione riservata © 2018 TRC