in:

Politano e Berardi piegano l’Inter, vittoria per 2-1. Squillo di fine stagione per il Sassuolo e impreziosisce la classifica.

Il Sassuolo rovina i piani dell’Inter che crolla al Meazza contro i neroverdi già salvi e deve dire probabilmente addio alle ambizioni di Champions. Al termine di una settimana vissuta sulla sponda nerazzurra a far calcoli su una possibile goleada che avrebbe azzerato il gap in differenza reti nei confronti della Lazio, a prendersi le luci di San Siro è stata invece la squadra di Beppe Iachini. Davanti a 70 mila spettatori pronti a far festa dando per scontata una vittoria contro una squadra ormai priva di obiettivi da raggiungere se non quello di chiudere a testa alta il campionato, sono i gioielli del Sassuolo a divertirsi di più. Finisce 2-1 con i neroverdi più sereni e concreti e pronti a dimostrare a tutti, ma prima ancora a se stessi, di non essere disposti a recitare il ruolo di vittima sacrificale.
L’equilibrio lo spezza il solito Matteo Politano che va in doppia cifra raggiungendo il gol numero 10 in stagione con una punizione dal limite che sorprende Handanovic infilandosi sotto la barriera. L’Inter reagisce ma a salire in cattedra questa volta è Consigli che dice no a Candreva e Icardi. Il portiere neroverde è in serata di grazia e la squadra di Spalletti non trova nemmeno a inizio ripresa la strada del pareggio. È invece il Sassuolo che al minuto 72 fa il bis con Domenico Berardi che alla scala del calcio reagisce da campione a un’annata deludente e firma il raddoppio con un destro che si infila sotto la traversa.
L’Inter è alle corde e a rianimarla prova Rafinha, che regala dieci minuti di speranza ai nerazzurri, che sbattono però contro un Sassuolo che non concede nulla e un Consigli che infiocchetta la sua prestazione super con l’ennesima parata da applausi su Eder.


Riproduzione riservata © 2018 TRC