in:

Prima fila tutta Mercedes e Ferrari all’inseguimento: scatterà così il GP di Spagna domani sul circuito del Montmelò. Dopo tre pole consecutive, Vettel partirà terzo. Davanti a tutti il leader del mondiale Hamilton.

Mettiamola così: precedenti recenti alla mano, potrebbe non essere un male non partire dalla pole position. Terzo tempo per Sebastian Vettel, quarto per Kimi Raikkonen: nel Gran Premio di Spagna, quinto appuntamento del Mondiale 2018 di Formula 1, le Ferrari saranno costrette a inseguire. Il copione torna quello atteso a inizio stagione: dopo tre pole di fila ma soltanto un successo centrato, Sebastian Vettel lascia il miglior tempo in qualifica al campione del mondo in carica Lewis Hamilton. L’inglese firma la miglior prestazione di giornata in 1.16.173, beffando per appena 40 millesimi il compagno di squadra Valtteri Bottas. Mercedes davanti a tutti e prima fila interamente monopolizzata dalle frecce d’argento, ma le notizie confortanti non mancano per la Ferrari. Intanto le Mercedes hanno realizzato i migliori tempi di giornata girando con gomme supersoft, più performanti sul giro singolo. Gomme soft invece per le Ferrari, con Vettel che paga meno di due decimi mentre Raikkonen finisce a mezzo secondo. Alle spalle delle rosse le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo, col giovane olandese che immediatamente nella scia delle rosse potrebbe rappresentare un pericolo alla prima curva vista la sua proverbiale irruenza. La missione di Vettel già dal primo metro del gran premio sarà dunque quella di cercare una marcatura il più possibile stretta ed efficace su Lewis Hamilton: cestinate in Cina e Azerbaijan le due partenze in pole, il tedesco della Ferrari è già stato scavalcato dall’inglese della Mercedes nella classifica mondiale. I punti di differenza in classifica sono solo 4, ma allargare ulteriormente il divario potrebbe pesare anche dal punto di vista psicologico in un avvio di stagione che ha mostrato una Ferrari in palla, per larghi tratti monoposto più veloce in pista. Eppure, sfruttando anche un paio di episodi fortunati, Hamilton è già lì davanti a tutti: dovesse trovare l’assetto ideale sulla sua Mercedes W09, apparsa anche al Montmelò particolarmente nervosa e difficile da guidare, per la concorrenza potrebbero essere guai. Nella prima vera gara europea della stagione, la Ferrari vuole inviare un messaggio al circus: tocca a Vettel provarci pur partendo dalla seconda fila.


Riproduzione riservata © 2018 TRC