in:

Chiuso il primo tempo in vantaggio con un rigore di Verdi ,nella ripresa c’è stata la rimonta bianconera. Ma fanno discutere alcuni episodi arbitrali

Per un tempo ha fatto tremare la Juve ,poi l’uragano Douglas Costa e alcune valutazioni dubbie dell’arbitro Irrati hanno spento il sogno del Bologna e rilanciato i bianconeri verso lo scudetto.In attesa del Napoli,la squadra di Allegri si è dovuta sudare il primo match-ball: merito dei rossoblu’ di Donadoni che ha allestito una formazione che,all’inizio aveva suscitato molte perplessita’,ma poi ,messa bene in campo,ordinata e combattiva ,nonostante diverse sbavature in difesa, ha creato non poche preoccupazioni ai campioni d’Italia.Sbavature in difesa da cui non è stata immune nemmeno la Juve e da cui è nato il gol del Bologna: incomprensione tra Buffon e Rugani,costretto al fallo per fermare Crisetig. Un rigore forse un po’ generoso ma punito con un cartellino giallo che avrebbe potuto essere rosso. Si discutera’ a lungo su questa mancata espulsione: precisiamo,da qualche tempo va detto che, da regolamento, il rosso non è piu’ automatico in area di rigore anche con chiara occasione da gol. Se il giocatore commette fallo mentre tenta di giocare il pallone dev’essere solo ammonito,l’interpretazione tocca all’arbitro: Rugani mette il braccio sulle spalle del rossoblu’, e non prova in nessun modo a recuperare il pallone,rimangono i dubbi. Non ha dubbi invece Verdi nello spiazzare Buffon per l’1-0 rossoblu’. Nella ripresa ,dicevamo,entra Douglas Costa che viaggia a una velocita’ doppia rispetto a compagni e avversari e ribalta la partita: ci pensa subito Demaio ad aiutare la Juve con uno sfortunato autogol che pareggia il conto a inizio ripresa,poi sale in cattedra l’esterno bianconero che semina il panico sulla fascia sinistra. Il cross per Khedira Mirante calcola male il tempo e Khedira,grazie anche a una furba spinta su Keita,mette in rete il 2-1. Il conto lo chiude Dybala pochi minuti dopo ,sempre grazie a un assist di Douglas Costa. La partita finisce li’, l’ingresso di Destro non puo’ cambiare le cose, il Bologna si rassegna, la Juve si risparmia per la finale di coppa Italia

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC