in:

Adesso è ufficiale. Il Modena non è più il gestore dello stadio Braglia. L’iter avviato in Consiglio comunale per la revoca della concessione

Adesso è ufficiale. Il Modena non è più il gestore dello stadio Braglia. L’iter avviato in Consiglio comunale per la revoca della concessione ha portato oggi la Giunta a deliberare la rottura ufficiale del rapporto con il club gialloblu. Un atto che apre gli interrogativi sul futuro. Da questo momento il Modena si ritrova ad occupare senza titolo la struttura, sede sociale, magazzini e campo d’allenamento compresi e, se non cambierà la proprietà, è tenuto a liberare i locali entro la fine del mese di agosto. Differente sarebbe invece lo scenario nel caso in cui si dovesse arrivare a una cessione della società e a quella che fa riferimento ad Antonio Caliendo dovesse subentrare una nuova proprietà. Da lì si ripartirebbe da zero, con le porte del Comune che si riaprirebbero ad ogni tipo di trattativa, compresa quella che potrebbe riassegnare la gestione al club gialloblu.
Allo stato attuale il Credito sportivo ha avviato la procedura di escussione della fideiussione rilasciata dal Comune per l’intera posizione debitoria del Modena calcio, che non ha pagato le ultime tre rate del mutuo per una cifra complessiva che, comprensiva di interessi, supera i 400 mila euro. Soldi che il Comune ora chiede al Modena, prima di ridiscutere con il Credito sportivo circa la possibilità di contrarre un nuovo mutuo a condizioni favorevoli per il saldo dei debito complessivo ancora esistente di 4 milioni e 400 mila euro.
La delibera dalla giunta comunale prevede quindi l’assunzione della gestione diretta dello stadio Braglia da parte del Comune per la stagione sportiva 2017-2018, tanto che l’amministrazione ha approvato due interventi di manutenzione straordinaria, per la riqualificazione del manto erboso e l’adeguamento delle strutture, per un valore complessivo di 100 mila euro. Lavori che dureranno per un paio di mesi ma che non comprometteranno la disponibilità dello stadio per eventuali partite.
Resta da capire, se non cambierà la società, se il Modena troverà il modo per giocare le gara casalinghe del prossimo torneo di serie C al Braglia. La strada percorribile sembra essere una soltanto e passa attraverso il pagamento anticipato dell’affitto che il Comune chiederebbe.


Riproduzione riservata © 2017 TRC