in:

Con un primo cda informale per disegnare le nuove strategie. Tra chi va e chi resta, la Segafredo ha obiettivi importanti

Un anno di fatiche ripagato così. Dall’affetto dei tifosi, che col cuore sceglierebbero di confermare tutti. Squadra che vince si cambierà per necessità, ma qualcuno può restare. Spissu vorrebbe, bisogna parlarne con Sassari. Sicuro Gentile, molto probabile Rosselli, da valutare gli altri, con Ndoja e gli americani sotto contratto ma non per questo certi di rimanere. Lawson è tornato a casa oggi ringraziando Bologna sui social, per capitan Michelori invece è ora di scelte. Un cda informale all’indomani della festa, con parte della dirigenza e gli azionisti, inizierà a disegnare le strategie future. Col sorriso sulle labbra si sogna in grande


Riproduzione riservata © 2019 TRC