in:

I tifosi della Reggiana sul piede di guerra dopo che Squinzi si è aggiudicato l’asta del Mapei.

Lo stadio nuovo e l’inno. Gli esperti di cabala calcistica concordano, i due fattori – specie se abbinati – non portano fortuna. Tutt’altro. Lo ha confermato il Sassuolo nel faccia a faccia salvezza contro il Chievo: 1-0 per i veronesi nel giorno della prima del nuovo inno di Nek e soprattutto del debutto nello stadio di proprietà. L’asta che la scorsa settimana ha assegnato l’impianto reggiano alla Mapei e a Giorgio Squinzi ha diviso i tifosi. Compatti quelli della Reggiana, presenti ieri allo stadio per contestare l’operazione e ribadire che lo stadio appartiene a Reggio Emilia. Divisi quelli del Sassuolo, tra chi plaude all’iniziativa e chi invece avrebbe sognato un ritorno della squadra a Sassuolo.


Riproduzione riservata © 2018 TRC