in:

E al box Ferrari arriva Sting: “Vivo in Italia e non posso non amare la Ferrari, è come una fede”, ha detto il cantante.

Sebastian Vettel su Red Bull ha vinto il Gran Premio degli Stati Uniti sul circuito di Austin in Texas davanti alla Lotus di Romain Grosjean e al compagno di squadra Mark Webber. Quarta piazza per la Mercedes di Lewis Hamilton, mentre è sesta la Sauber di Nico Hulkenberg che ha preceduto la McLaren di Sergio Perez. Ottava la Williams di Valtteri Bottas davanti alla Mercedes di Nico Rosberg. Chiude in zona punti l’altra McLaren di Jenson Button. Tredicesima la Ferrari di Felipe Massa. (ANSA). ‘Andiamo in Brasile ancora convinti di battere la Mercedes, ma abbiamo fatto un passo indietro negli ultimi Gp”. Al termine del Gp degli Usa che lo ha visto chiudere in quinta posizione, Fernando Alonso non nasconde la sua delusione. ”Dobbiamo inventare qualcosa perche’ cosi’ non basta. L’anno prossimo si ricomincia da zero”.

 

Tra le numerose celebrità che hanno affollato il paddock del Circuit of The Americas, la Scuderia Ferrari ha ricevuto la visita di Sting. Il popolare cantautore britannico, esibitosi al Moody Theater in uno degli speciali eventi organizzati dalla città texana in occasione dell’appuntamento iridato, ha rivelato di essere alla sua prima esperienza in Formula 1: “Questa è la mia prima volta ad un Gran Premio ed è davvero emozionante. Qui le macchine fanno molto rumore, molto più del rock!” ha dichiarato la star – come riporta il sito media della Ferrari – durante la visita ai box della Scuderia. “Vivo in Italia e non posso non amare la Ferrari, è come una fede”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC