in:

E’ iniziato il ricco programma di iniziative che anticipa l’arrivo del Giro d’Italia a Modena.

“Un evento capace di fermare una città” ha ricordato agli appassionati Gilberto Simoni, per due volte vincitore della maglia rosa, lunedi sera in città. Nonostante tutto il ciclismo resta uno degli sport più amati dagli italiani e il Giro d’Italia, lo sa bene chi per due volte si è portato a casa la maglia rosa, un evento in grado di fermare una città. Doping, scandali, nulla ha scalfito il fascino della corsa rosa e delle due ruote come ha raccontato Gilberto Simoni al Teatro Tempio, presentando il suo libro. Il programma ciclistico – culturale di avvicinamento al 10 maggio, quando la quinta tappa del Giro, la Modena-Fano, partirà dal Museo Casa Enzo Ferrari, proseguirà lunedì prossimo, sempre al Te-Te, con Vittorio Adorni, vincitore del 1965. Ma sino al 13 maggio, all’ex Cinema Principe, merita una visita anche la mostra fotografica “Giro Girotondo” che racconta il Giro d’Italia nel modenese. Sabato 5 maggio poi, in Piazza XX Settembre, mostra scambio di biciclette d’epoca e la sera al Teatro Tempio lo spettacolo “Note su due ruote”, viaggio musicale e letterario nel ciclismo e nel costume d’Italia.


Riproduzione riservata © 2018 TRC