in:

Calcio scommesse. 20mila euro di ammenda al Sassuolo, un anno di squalifica a Daniele Quadrini

20mila euro di ammenda per il Sassuolo, un anno di squalifica per l’ex attaccante neroverde Daniele Quadrini. Sono queste le decisioni adottate dalla Commissione disciplinare della Federcalcio a conclusione del processo di primo grado sul calcio scommesse. Tutto secondo le previsioni, insomma, con il club del presidente Rossi che, sotto accusa per responsabilità oggettiva, è riuscito a ottenere uno sconto di pena rispetto ai 50mila euro di multa che aveva chiesto il procuratore federale Palazzi. Peggio è andata a Quadrini, che per l’accusa era stato il principale attore della presunta combine di Siena-Sassuolo. A nulla è servito smentire ogni addebito, non è bastato nemmeno denunciare alla Federcalcio il tentativo esterno di un suo coinvolgimento. Non è stato sufficiente perchè la denuncia è arrivata con oltre un mese di ritardo rispetto ai fatti e l’attaccante si è trovato di conseguenza costretto a rispondere di omessa denuncia.In serie B penalizzato di 6 punti l’Ascoli, che come lo scorso anno sarà dunque costretto a una corsa a handicap verso la salvezza. E fra i giocatori marchigiani, cinque anni di squalifica sono stati inflitti all’ex canarino Vincenzo Sommese. Il nome più altisonante fra i giocatori in attività coinvolti nell’inchiesta sul calcio scommesse è quello di un altro ex del Modena, Cristiano Doni, fermato dalla disciplinare per tre anni e sei mesi. In Prima Divisione Lega Pro, nel girone A di cui fa parte anche il Carpi, accolta la richiesta di retrocessione dell’Alessandria, 9 punti di penalizzazione sono andati al Benevento, 2 alla Reggiana e 1 a Viareggio e Taranto. Ora parte, anche per il Sassuolo, la corsa all’appello presso la Corte di Giustizia Federale, secondo grado di giudizio previsto per la prossima settimana, con inizio probabilmente il 17 agosto. I neroverdi chiederanno la cancellazione anche dei 20mila euro di ammenda.


Riproduzione riservata © 2018 TRC