in:

“Credere nel mondiale è un dovere morale”: Alonso e Domenicali da Madonna di Campiglio non mollano il sogno della vittoria

E’ la versione estiva di Wrooom, quella che in questi giorni ha portato su tutt’altri circuiti i campioni della Ferrari ed il loro team al completo. Dalle piste di mountain bike di Madonna di Campiglio, infatti, Stefano Domenicali e Fernando Alonso, dagli insoliti scenari delle montagne trentine più belle, si lasciano andare a valutazioni sul passato e aspettative sul futuro, il campionato che verrà. Scenario che sia, parola d’ordine per la Ferrari resta non mollare. Non vuole creare illusioni il pilota spagnolo quindi non vuole fare promesse ai tifosi: “La Formula 1 è uno sport troppo complesso per lasciare spazio ai proclami". “Dobbiamo cercare di vincere quante più gare possibile. Siamo realisti e sappiamo che la situazione nel campionato è quella che è ma abbiamo visto tante volte che si possono verificare dei ribaltoni. Poi siamo la Ferrari e abbiamo l’obbligo morale, soprattutto verso i milioni di nostri tifosi sparsi in tutto il mondo, di pensare sempre al massimo traguardo, non possiamo mica dire che faremo otto gare senza avere il mondiale in testa: un occhio all’iride lo terremo sempre, almeno fino a quanto ci sarà una minima possibilità. Certo, noi dobbiamo cominciare a vincere e dobbiamo sperare che Vettel faccia qualche errore o che abbia dei problemi.”


Riproduzione riservata © 2018 TRC