in:

Ieri pomeriggio lo stadio Braglia ha ospitato la prima finale mondiale di Free Ball, una sorta di calcio più genuino nato proprio nella nostra città.

Debutto bagnato debutto fortunato. Ieri pomeriggio lo stadio Braglia ha ospitato la prima finale mondiale di Free Ball, una sorta di calcio più genuino nato proprio nella nostra città. Niente fuorigioco, tredici giocatori per squadra, 2 porte di nuova generazione con speciali canestri installati sopra alla traversa, 6 telecamere per la verifica dei falli, immediato replay per le azioni dubbie e 10 minuti di stop dal gioco per gli ammoniti. Un calcio modificato e più genuino che ha avuto oggi il suo battesimo. I giocatori sono scesi in campo alle 16.30 per un triangolare. Ogni partita dura un’ora. Il cartellino rosso vale l’espulsione per tutta la partita, quello giallo solo per dieci minuti di gioco effettivo. L’evento, patrocinato dal Comune di Modena con la supervisione organizzativa della Uisp e la collaborazione del Modena Calcio, ha visto scendere in campo tre formazioni della Uisp.


Riproduzione riservata © 2018 TRC