in:

Si chiama Free-Ball e nelle intenzioni dei modenesi che lo hanno inventato deve diventare una sorta di calcio più genuino.

Si chiama Free-Ball e nelle intenzioni dei modenesi che lo hanno inventato deve diventare una sorta di calcio più genuino. Niente fuorigioco, tredici giocatori per squadra, 2 porte di nuova generazione con speciali canestri installati sopra alla traversa, 6 telecamere per la verifica dei falli, immediato replay per le azioni dubbie e 10 minuti di stop dal gioco per gli ammoniti. Un calcio modificato e più genuino che avrà il suo battesimo sabato pomeriggio alle 16.30 allo stadio Braglia.


Riproduzione riservata © 2018 TRC