in:

CALCIO B. C’è una svolta clamorosa ddietro l’angolo nella trattativa per la cessione del Modena.

Di solito quando si progredisce si dice che “si fa un passo avanti”. E’ il passo avanti che segna quel qualcosa di positivo. A Modena, solo a Modena, solo per il Modena calcio, le buone notizie arrivano coi passi indietro. Stranezze di un mondo che gira all’incontrario e che ora vede Livio Cavagna ad un centrimetro dall’acquisto del club gialloblu. Già ad un centimetro, grazie a quel famoso passo, indietro, di Romano Amadei. Chi sta vicino al patron gialloblu racconta di una persona inevitabilmente turbata, decisa a vendere a tutti i costi, al punto di sconfessare quanto affermato fino ad ora. Cioè che l’iscrizione sarebbe a carico di chi arriva e non di chi va. Amadei (che dovrebbe riprendersi il 22,5% da Ghirladina) pare intenzionato ora a pagare gli 800mila euro dell’iscrizione, a mantenere fede al mutuo dello stadio e cedere il 27% del Modena ora (e il restante a gennaio) a Cavagna. Che negli ultimi giorni parla poco, fa l’evasivo, segnale evidente di un progresso – chissà, speriamo – decisivo. Insomma, tutto si smuove alle condizioni iniziali. Oggi ne parleranno, i due, a Lentigione, della cessione. E proprio oggi o domani si potrebbe avere quella benedetta firma sul contratto. Una firma che chiuderebbee un’era. Una firma che porrebbe fine ad un’agonia.


Riproduzione riservata © 2017 TRC