in:

CALCIO B. Si è chiusa ieri la stagione del Sassuolo. Il Torino ha estromesso i neroverdi dalla finale play off. Ora si pensa al futuro.

La corsa playoff del Sassuolo finisce il 6 giugno. La interrompe il Torino che batte 2-1 i neroverdi al Braglia e, prima squadra nella storia, centra una finale playoff partendo contro-pronostico. Già, perché dopo il pari per 1-1 dell’Olimpico, ai neroverdi sarebbe bastato un pari per volare in finale col Brescia. E invece al momento buono la fortuna ha girato le spalle al Sassuolo. Troppe le assenze per Pioli che nel secondo tempo si è ritrovato una squadra svuotata di energie e senza ricambi. Gli infortuni patiti nelle ultime settimane hanno dato il colpo di grazia ad una squadra, quella nero verde, parsa più coesa rispetta al Toro, ma meno cinica. Il cinismo è arte puramente granata. In gol dopo appena centoventi secondi dal via con Scaglia: sempre lui, al secondo gol in carriera in serie B, il secondo al Braglia, dopo quello di un mese fa. A quel punto, il Sassuolo reagisce con un Quadrini ispiratissimo. La partita la fanno solo i neroverdi e arriva il pari con Martinetti al 24’. La qualificazione ritorna in mano alla squadra di Pioli che ci prova nel finale del primo tempo. Ad inizio della ripresa però il Torino segna ancora: buon lavoro della catena di sinistra, cross puntuale per Bianchi e gol numero 26 della stagione. Il Sassuolo tenta di nuovo di reagire, dentro Titone, con Fusani terzino e quattro punte. Mancano le forze e, anzi, è il Torino ad andare vicino al gol. Finisce 2-1 e finisce la stagione neroverde. Inizia l’estate che dirà se patron Squinzi avrà voglia di tentare davvero la scalata alla A o se quella sassolese rimarrà la solita favola incompiuta.


Riproduzione riservata © 2017 TRC