in:

CALCIO B. Nessuna entrata ma nessuna cessione sanguinosa per il Modena alla chiusura del calciomercato.

La fine del calciomercato suona quasi come una liberazione per il Modena. Di fronte all’impossibilità per il direttore sportivo Fausto Pari di piazzare colpi in entrata, perlomeno non si è assistito a nessuna cessione sanguinosa. Amadei ha deciso così di non “fare cassa” e di trattenere almeno fino a giugno i vari Troiano, Gozzi, Bruno e Pinardi. Tutti i giocatori (e lo stesso Apolloni) avevano espresso il desiderio di rimanere e così sono stati accontentati. Ora il campionato: c’è la Salernitana al Braglia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC