in:

“Sono deluso e triste”. Con queste parole Michael Schumacher ha spiegato i motivi che lo hanno indotto a rinunciare al progetto di un ritorno in Formula 1. Il pilota tedesco ha ringraziato i tifosi e il team Ferrari. Badoer – ha detto – è la scelta giusta.

Deluso e frustrato per aver dovuto rinunciare alle corse. Rammaricato per sé stesso e per tutti coloro che avevano riposto fiducia nel suo rientro. Non voleva tornare in Formula 1, ma solamente aiutare la Ferrari e i suoi amici. Da Ginevra Michael Schumacher ha spiegato oggi i motivi che lo hanno costretto ad accantonare il progetto di sostituire Felipe Massa. “Esprimo il mio grande rammarico – ha detto davanti alle telecamere – ma voglio ringraziare tutti i ragazzi del team Ferrari. Mi è dispiaciuto molto di non poter continuare il programma che ci eravamo proposti – ha insistito il sette volte campione del mondo, confessando di avere avuto dai tifosi un supporto ben al di sopra delle aspettative. Schumi avrebbe dovuto salire al volante della Ferrari F60 nel Gp d’Europa, in programma a Valencia il 23 agosto. I problemi al collo lo hanno però costretto a fare dietrofront. Il tedesco non ha chiuso completamente la porta a un ritorno in pista, ha parlato dell’incidente in moto dello scorso febbraio e il suo medico ha confermato che potrà ancora fare l’atleta: “Ha una grande capacità di recupero – ha detto il dott. Johannes Peil- ma per ora può correre sui kart e non in Formula 1”. Riguardo a Badoer, Schumi fa quadrato: “E’ un ottimo amico ed è molto preparato. E’ stata una scelta giusta”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC