in:

CALCIO B. Romano Sghedoni non entrerà nel Modena. La conferma è arriva nel giorno in cui il club si è iscritto al prossimo campionato di B, che affronterà con la Cpl al fianco di Amadei.

Il mistero è svelato. Romano Sghedoni non acquisterà il 22,5% delle quote del Modena Calcio. Il proprietario della Kerakoll lo ha confermato questo pomeriggio al momento del suo ritorno in Italia. L’operazione era stata messa in dubbio ieri dopo che la Cpl Concordia aveva ufficializzato il proprio ingresso nel pacchetto azionario gialloblù. Nel comunicato la cooperativa aveva aggiunto che una quota paritaria sarebbe andata a Romano Sghedoni, che dall’estero aveva invece fatto sapere che non tutto era a posto. Oggi è arrivata la conferma del dietro front di Sghedoni. La sua è una chiusura totale, che pare avesse già anticipato le proprie perplessità ad Amadei prima di lasciare l’Italia.
Ora si tratta di chiarire cosa succederà. Perché l’accordo che ieri la Cpl aveva reso pubblico attraverso un comunicato stampa prevedeva la presenza di tre soci ed ora, salvo l’ingresso di un nuovo partner diverso da Kerakoll, i dettagli saranno da ridiscutere e definire. La disponibilità della cooperativa ad affiancare Amadei resta inalterata, ma l’uscita di scena di Sghedoni complica, e non poco, il futuro di una società che invece, con due colossi al fianco dell’attuale proprietà, avrebbe potuto guardare avanti con grande serenità.
Sghedoni non ha digerito alcuni passaggi dell’incontro decisivo fra le parti dello scorso giovedì e in particolare la richiesta di Amadei di un accordo scritto che prevedesse una sua uscita di scena al termine delle prossime due stagioni.
Intanto il Modena ha depositato i documenti per l’iscrizione al prossimo campionato di serie B. A presentarli, in Lega a Milano, è stato il segretario generale Franco Iacopino. Ora la palla passa alla Covisoc, che valuterà i numeri per stabilire, entro l’8 luglio, se il club gialloblù abbia o meno i requisiti per prendere parte al torneo cadetto. Per quanto riguarda la squadra, invece, è vicino l’accordo con il direttore sportivo Fausto Pari, poi la società affronterà il tema del rinnovo del contratto di Apolloni.


Riproduzione riservata © 2016 TRC