in:

Prosegue l’estate di Modena e Sassuolo, che si ritroveranno alla metà di luglio per i consueti ritiri. Intanto, però, continua il mercato e si profila un affare clamoroso tra le due società…

Immaginate una salvezza clamorosa, un giocatore con l’otto sulle spalle ma il dieci nei piedi e nel cuore. E ora invece immaginate due società che per geografia sono vicine, ma per essenza così diverse: una è in difficoltà, cerca soci che non ci sono; l’altra organizzatissima e ambiziosa, terribilmente ambiziosa al punto da far parlare di serie A già alla prima stagione in B. E ora invece giocate a carte scoperte, guardate Modena e Sassuolo. E in mezzo Alex Pinardi e la tentazione. Il desiderio che il caos del Modena possa ricucirsi per rimanere il capitano gialloblu, il desiderio che Sghedoni, CPL e Malavasi possano entrare in società per mettere tutti tranquilli. E per mettere pace nel cuore di quel otto che vi dicevamo. Pinardi al Sassuolo, come dicono i ben informati, in un Sassuolo di Pioli che potrebbe passare al 4312 e lì, Pinardi alle spalle di Zampagna e Noselli, sarebbe come l’oliva nel Martini. Miscela semplicemente perfetta. Alex Pinardi con uno stipendio all’altezza, in una società ambiziosa senza dover cambiare casa: a Modena il buon Alex sta bene e qui rimarrebbe. Modena permettendo, e l’unica cosa che potrebbe trattenere quell’otto che sembra un dieci è la chiarezza. E Amadei o chi per lui devono fare in fretta. Sennò l’otto gialloblu diventa dieci neroverde.


Riproduzione riservata © 2016 TRC