in:

Una giornata dedicata alla solidarietà sportiva. La Polisportiva Saliceta San Giuliano ospita il primo meeting sportivo organizzato dall’associazione “Insieme si può”: un modo per avvicinare allo sport le persone abilmente diverse.

“Non esistono persone disabili, ma persone abilmente diverse e tutti, in egual misura, hanno qualcosa da dare e da insegnare, basta solo che ne abbiano la possibilità”. E’ con questa premessa che un paio di mesi fa è nata l’associazione “Insieme si può” che promuove manifestazioni sportive. Un modo per incontrarsi, crescere e condividere l’esperienza motoria con l’obiettivo di infondere benessere e solidarietà anche in coloro che hanno disabilità. La Polisportiva Saliceta San Giuliano ospita la prima giornata della solidarietà sportiva, grazie al lavoro volontario di tanti e all’impegno del Comitato Italiano Paraolimpico, Coni, Uisp, Csi e Azienda sanitaria di Modena e a tanti sostenitori.Insieme si può, e lo dimostrano i risultati e le soddisfazioni ottenuti dagli atleti paraolimpici a Pechino, come la modenese Cecilia Camellini e il reggiano Fabio Azzolini.


Riproduzione riservata © 2016 TRC