in:

CALCIO. Alla scoperta della squadra ciociara, invischiata nella lotta-salvezza.

Una delle squadre non attese nella lotta salvezza è il Frosinone, che nelle ultime due stagioni aveva centrato la salvezza senza patemi. Non quest’anno e infatti anche per la formazione di Braglia quella col Modena è l’ultima spiaggia o quasi. Colpa di qualche sconfitta casalinga di troppo, e proprio il Matusa, una volta fortino inespugnabile, sta diventando terreno di caccia per troppi. Tutto ciò malgrado il cambiamento di modulo: inizialmente i ciociari giocavano con un 3-4-3 che spesso virava in fase difensiva al 541. Adesso, invece, il 4-4-2 sta regalando più solidità. In porta c’è Vincenzo Sicignano, che ha di nuovo scacciato dai pali Frattali, mentre in difesa spazio a Guidi, centrale spostato a destra, Nocentini e Ascoli al centro (con l’alternativa Scarlato) e Bocchetti a sinistra. A centrocampo fuori gioco le fasce con Cariello squalificato e Antonazzo acciaccato, potrebbe giocare Maietta a destra, mentre la sinistra è tutta da inventare con la soluzione Bocchetti a centrocampo. In attacco nessun dubbio: sta facendo bene la coppia Eder-Diogo Tavares.


Riproduzione riservata © 2016 TRC