in:

PALLAVOLO. Erano dieci i paesi europei rappresentati nell’edizione record del trofeo Bussinello. Sul gradino più alto del podio, modenesi e russi.

È stata un’edizione da record l’ottava del trofeo internazionale Paolo Bussinello andata in archivio nel fine settimana di Pasqua. 34 squadre presenti, 10 paesi europei rappresentati, oltre 100 partite su 13 campi di gara allestiti dagli organizzatori della Scuola di Pallavolo Anderlini, per quello che è ormai diventato un appuntamento tradizionale e ambito per le migliori squadre Under 16. Fra le ragazze il trofeo resta sotto la Ghirlandina, con l’Anderlini-Sassuolo Volley capace di sovvertire il pronostico e di superare in finale per 2-1 le favorite della Foppapedretti. Perso nettamente il primo set per 25-16, le modenesi hanno strappato il secondo ai vantaggi per 26-24, prima di imporsi al tie break per 15-9 davanti ad oltre 1000 spettatori. Una grande soddisfazione per la squadra allenata da Roberta Maioli, che vendica così a un anno di distanza la sconfitta subita nella finale dell’edizione 2008. Valori rispettati, invece, in campo maschile, dove i russi del Moscow Selection Team hanno impiegato 40 minuti per imporsi 25-14 e 25-18 sull’Asystel Milano. Una finale che rispecchia lo strapotere tecnico e fisico di un gruppo che si è rivelato nettamente superiore rispetto alle migliori squadre italiane e straniere. Alla modenese Chiara Aluigi e al finlandese Niklas Seppanen i premi come migliori giocatori della manifestazione. Un augurio in più per chi entra a far parte di un elenco che ha già visto sbarcare alcuni dei loro predecessori in serie A.


Riproduzione riservata © 2016 TRC