in:

Il tribunale arbitrale dello sport ha ridotto di quattro mesi la squalifica per doping a Riccardo Riccò. Fermato inizialmente per 24 mesi, la sospensione del ciclista formiginese è stata portata a 20 mesi.

Il tribunale arbitrale dello sport ha ridotto di quattro mesi la squalifica per doping a Riccardo Riccò. Fermato inizialmente per 24 mesi, la sospensione del ciclista formiginese è stata portata a 20 mesi, e terminerà il 18 marzo 2010 invece del 30 luglio dello stesso anno. La riduzione decisa dal tribunale di Losanna, anche se di appena quattro mesi, cambia in positivo le prospettive di Riccò, che oltre all’intero 2009 perderà soltanto due mesi della stagione 2010 e potrebbe quindi presentarsi al via delle più importanti corse a tappe, a cominciare dal Giro d’Italia. Riccò era stato squalificato dopo essere risultato positivo al Cera, l’Epo di nuova generazione, durante il Tour de France 2008. In quel momento il modenese era nono dopo aver vinto due tappe e indossava la maglia bianca di miglior giovane e quella a pois di miglior scalatore.


Riproduzione riservata © 2016 TRC