in:

CALCIO. Fa freddo, ma farà molto caldo all’interno del Braglia: un derby da brividi sotto le luci dei riflettori col vestito elegante per Modena e provincia.

Sarà un derby delle intenzioni, quello del Braglia, il primo storico in serie B per due formazioni della provincia modenese. I come intenzione di mantenere la scia del primo posto per il Sassuolo, che può approfittare del passo falso collettivo di quasi tutte le prime della classe. Tutte meno il Grosseto che ha vinto in casa contro la Triestina e sarà virtualmente irraggiungibile anche in caso di successo della truppa di Mandorlini. I come intenzione di lasciare l’ultimo posto per il Modena di Zoratto che deve rispondere al successo del Treviso, ex ultimo, che battuto una prima della compagnia, l’Empoli. Dopo i derby amichevoli precampionato, o quelli meno leggeri ma poco importanti di Coppa Italia, ora si fa sul serio. Da una parte, Andrea Mandorlini che ha un conto aperto col Modena, visti i precedenti, e metterà in campo la sua squadra con un 4-3-3 più che abituale. Nella linea difensiva ci sarà l’inserimento di Piccioni al posto di Anselmi, acciaccato. Novità parziale pure a centrocampo con Fusani che giocherà accanto a Salvetti e Magnanelli. Non ce l’ha fatta Poli ed è una brutta perdita per il Sassuolo. Davanti tridente già visto in passato con Noselli, Zampagna ed Erpen.In casa Modena, invece, albero di natale con la difesa attesa alla vigilia, quella composta da Daino, Gozzi, Gasparetto e Gemiti. Confermato il centrocampo della vittoria col Frosinone, mentre davanti accanto a Bruno ci saranno Biabiaby e Fantini. Panchina per Catellani, che potrà venire utile a partita in corso. Arbitrerà Morganti e siamo sicuri che stasera non farà freddo all’interno del Braglia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC