in:

VOLLEY A1. Impegno vitale per la truppa di Andrea Giani a Roseto contro la neopromossa Pineto.

Guardare la classifica oggi fa male. Guardarla domani potrebbe farne di meno. Nel mezzo una notte di passione, una serata in cui tirare fuori le unghie e ristabilire la giusta dimensione delle cose. La Trenkwalder non vincerà lo scudetto, magari farà fatica a qualificarsi per la Coppa Italia e potrebbe non avere una bella griglia di partenza in un eventuale playoff scudetto, ma non vale il penultimo posto. Per supportare questa tesi deve iniziare a vincere gli incontri possibili, come quello di stasera alle 20.30 a Roseto degli Abruzzi contro Pineto, neopromossa d’ufficio. Gli abruzzesi si trovano in classifica un punto sopra i gialloblu, e nutrono legittime speranze di rientrare nelle prime otto al termine del girone d’andate e centrare un posto in coppa Italia. La formazione di Montagnani schiera un vera e propria colonia di brasiliani non molto conosciuti a grandi livelli prima di questa stagione: Rodriguinho, Dentinho, Rivaldo, Cleber…Quindi l’attenzione deve essere massima, in primis per porre un freno alla serie di quattro sconfitte consecutive, rimediate contro top-teams vero, ma pur sempre di sconfitte trattasi.Questa sera Giani avrà il dubbio del palleggiatore: continuare sulla linea Travica, quella dell’alzatore titolare a cui dare fiducia nel momento buio, o ridare le chiavi della Trenkwalder a Tomislav Smuc?Lo sloveno, entrato nel primo set contro Trento, ha disputato un ottimo match, trascinando Modena a una ruota dal colpaccio. Per il resto il sestetto base è quello classico, con la variazione del centrale legata alla regola degli stranieri. Giocasse Travica, spazio a David Lee. Giocasse Smuc, ecco Luca Tencati, tornato su livelli accettabili.


Riproduzione riservata © 2016 TRC