in:

Sono entrate nel vivo la Paralimpiadi di Pechino per gli atleti modenesi in gara in questi giorni.

Sono entrate nel vivo la Paralimpiadi di Pechino per gli atleti modenesi in gara in questi giorni. Va avanti l’avventura del campione di tiro con l’arco Fabio Azzolini, 39 anni di Casalgrande che gareggia per l’Asham Modena, costretto su una sedia rotelle a seguito di un incidente d’auto avvenuto nel ’93. L’atleta emiliano ha battuto negli ottavi, dopo una gara avvincente, terminata con il risultato di 107 a 101, il francese Olivier Hatem. Domani Fabio Azzolini sfiderà l’americano Jeff Fabry nei quarti di finale. E sempre domani gareggia anche Cecilia Camellini, la sedicenne nuotatrice non vedente di Casinalbo che è stata anche “portabandiera” alla cerimonia di apertura. La Camellini scenderà in vasca alle 3.30, ora italiana, per i 100 metri stile libero, bisserà domenica 14 settembre per i 50 stile libero. Ultimo modenese, Filippo Bonacini, classe 1984, studente della facoltà di Economia “Marco Biagi”, disabile, ha partecipato oggi alle batterie dei 50 metri rana classificandosi secondo dopo lo spagnolo Miguel Luque con il punteggio di 55.75. Bonacini è poi sceso in vasca anche poche ore dopo, alle 11.30, per la finale dei 50 metri rana. L’atleta si è classificato quinto; mentre la medaglia d’oro è andata al giapponese Suzuki. Bonacini nuoterà di nuovo domenica 14 per i 150 metri misti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC