in:

CALCIO B. Tra tourneè in Russia, amichevoli con squadre di serie A, l’estate del Sassuolo dirà e darà molto ai neroverdi. Vediamo quali sono le dati e i luoghi della preparazione della neopromossa neroverde.

La preparazione estiva viene unanimemente considerata una fase cruciale della stagione. Lontana dagli impegni agonistici, ancora più distante dagli impegni decisivi, dai momenti topici della stagione che danno corpo alle ambizioni o ricacciano via i sogni. Ma proprio per questa sua lontananza dai momenti clou risulta necessaria per dare ad una squadra il carburante per affrontare gli impegni agonistici. E gli impegni del Sassuolo, come quelli delle altre squadre di serie B, inizieranno già da luglio. Per la precisione, i neroverdi si ritroveranno il 10 in città per le consuete visite mediche di rito, prima di partire il 12 luglio per la Valtellina e per Bormio, sede della prima parte del ritiro estivo. Proprio il primo giorno di ritiro ci sarà il Mapei Day, grande festa a tinte neroverdi. Spazio quindi alle fatiche in Valtellina sino al 21 luglio, mentre dal 22 al 24 il ritiro si sposta in Russia, a Stupino, 100 km da Mosca, dove i neroverdi sosterranno un’amichevole contro la formazione locale (terza serie russa). Poi, come detto, il 25 ci sarà il rompete le righe di due giorni, prima dell’ultima fase del ritiro, presumibilmente dal 27 luglio sino al 10 agosto a Carpineti, provincia di Reggio Emilia. In questa ultima fase il Sassuolo sosterrà le ultime due amichevoli estive contro Reggiana e Bologna, prima di tornare in città. Primo impegno ufficiale il 23 agosto nel primo turno di Coppa Italia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC