in:

TENNIS. Secondo successo negli ultimi tre anni per il piccolo portoghese classe ’85 che nella finale del challenger Atp sulla terra di Sassuolo batte 63-62 lo spagnolo Santiago Ventura.

Re Frederico Gil torna sul trono. Dopo un anno di digiuno, il portoghese, classe ’85, batte il più quotato spagnolo Santiago Ventura – numero 91 ATP e “frequentatore” assiduo di tornei al piano di sopra – e fa suo per la seconda volta in tre anni il torneo in terra rossa dello Sporting Club (Challenger, 30000$).Un torneo martoriato dalla pioggia che ha visto i nomi illustri uscire presto (Verkerk, Puerta e Fognini) ma che ha portato all’epilogo sicuramente i giocatori più meritevoli.Alla fine vince Gil ed è una finale strana, vissuta su due momenti ben diversi.Bene il portoghese nel primo set, anche se l’equilibrio domina fino al 2-2. Poi il break che manda fuori giri Ventura, dominato alla fine per 6-2.Il secondo parziale è tutta un’altra storia. Ventura prende il comando delle operazioni, picchi come un fabbro e in men che non si dica è sul 3-0. Da lì però, quando il terzo set sembra alle porte, cambia l’inerzia. Il portoghese riprende a macinare, Ventura va in rottura prolungata e perde 6 giochi consecutivi. Punteggio finale: 62, 63. Sassuolo ha un nuovo (vecchio) re: Frederico Gil.


Riproduzione riservata © 2016 TRC