in:

Dopo le nazionali di calcio e volley, giovedì e venerdì, Modena si appresta ad abbracciare un altro grande evento sportivo: il 91esimo Giro d’Italia. E mai come stavolta la corsa rosa accenderà la passione degli appassionati.

Dopo vent’anni Modena torna protagonista al Giro d’Italia. Giovedì, con la carovana rosa che attraverserà il centro della città, nella tappa che si concluderà in piazza Martiri a Carpi; venerdì con la partenza dal parco Novi Sad della 13esima tappa che si concluderà a Cittadella, dopo 192 chilometri. Una grande occasione per i tanti appassionati di ciclismo di vedere da vicino i campioni più amati, a cominciare dal formiginese, Riccardo Riccò. Il primo comune del modenese ad accogliere la corsa rosa sarà Castelfranco, dove i ciclisti, partiti da Forlì, arriveranno verso le 15e30 di giovedì. Poi, la carovana toccherà San Cesario, Spilamberto, Maranello, Formigine per arrivare a Modena da via Giardini, percorrere i viali, passare davanti all’Accademia e uscire da largo Sant’Agostino sulla via Emilia, per poi dirigersi a Soliera e Carpi. Tante le modifiche alla viabilità, con sospensione della circolazione, su tutto il percorso dalle 15 alle 17 di giovedì e venerdì, quando i corridori dal Novi Sad percorreranno via Nonantolana per lasciare la città, dalle 11e30 alle 13e30. Un’organizzazione imponente (di cui potete leggere nel dettaglio alla pagina 791 del nostro televideo), ma anche tanti eventi collaterali. Mercoledì sera, alle 21e15, al Novi Sad, concerto degli Stadio alla presenza dei figli di Fausto Coppi e Gino Bartali che saranno intervistati da Leo Turrini, mentre venerdì l’artista Wainer Vaccari consegnerà al vincitore di tappa una sua opera dedicata al ciclismo. Un grande spot per Modena, ma anche per il ciclismo ‘pulito’, nella città dove ha sede il primo centro nazionale anti-doping. La 91esima edizione del Giro d’Italia arriva a Carpi: la dodicesima tappa dell’edizione 2008 della prestigiosa kermesse sportiva infatti terminerà giovedì 22 maggio prossimo proprio in piazza Martiri, proveniente da Forlì, omaggiando così Dorando Pietri e la sua impresa all’Olimpiade di Londra del 1908. In occasione dell’arrivo dei ciclisti in città Comune e Consorzio Con CARPI, in collaborazione con il Comitato Centenario Dorando Pietri e il Comitato di Tappa, hanno preparato un fitto programma di iniziative. La Rete civica (www.carpidiem.it) propone tutte le informazioni al riguardo, a partire da quelle sulla viabilità: questa ovviamente subirà non poche modifiche il 22 maggio. Sono in funzione due numeri verdi (800 911 666 e l’800 256 369), che potranno soddisfare tutte le richieste: sono già in distribuzione poi depliant e mappe per informare i cittadini e pubblicizzare l’iniziativa Centro in bici, promossa da Con CARPI e che coinvolge 120 esercizi commerciali del centro. Sono attesi a Carpi in occasione del Giro oltre 250 tra giornalisti e operatori media, e oltre 1400 persone tra corridori, tecnici e supporter. Anche gli altri Comuni il cui territorio è attraversato dal giro si stanno organizzando per permettere il passaggio della corsa. Il Comune di Castelfranco è parte del percorso nella giornata di giovedì 22 maggio. In quel giorno, dalle 14.00 alle 16.30, le strade interessate saranno chiuse al traffico: non saranno consentiti neppure gli attraversamenti. I ciclisti provengono da San Giovanni in Persiceto e sono diretti a San Cesario. Probabili problemi negli spostamenti tra la parte est e la parte ovest della città: sarà, invece, assicurata la transitabilità della via Emilia e della tangenziale. Tra l’altro l’orario coincide con la fine delle lezioni: saranno i singoli istituti ad approntare specifici provvedimenti. A Nonantola, invece, il Giro approderà venerdì 23 attorno alle 13.00 in arrivo da Modena e diretto a Ravarino. Decisa la sospensione della circolazione su tutto il percorso dalle 12.00 alle 14.00. L’uscita della scuola elementare sarà anticipata alle 11.15.


Riproduzione riservata © 2016 TRC