in:

CALCIO D. La stagione 2006/07 del Carpi si concluse nella finale dei playoff contro il Castellarano: finì 5-0 in modo inglorioso. E ora, visto che la vita concede sempre una seconda chance, i biancorossi avranno la rivincita.

La vita concede sempre una seconda possibilità. Quella del Carpi si chiama Castellarano. E visto che nessuno ha dimenticato lo Smacco con la s maiuscola della finale dei playoff dell’anno scorso, ci sono motivazioni extra. Motivazioni che ti permettono di ri-giocarti un playoff di girone proprio contro i reggiani, che l’anno scorso arrivarono piuttosto fortunosamente alla finale della postseason, ma la vinsero annichilendo il Carpi più brutto degli ultimi anni. 5-0 e un dominio che ha lasciato una ferita profonda nel Carpi e nei suoi tifosi. Il presente però dice di una seconda chance, domenica alle 15 sempre al Ferrarini di Castellarano, teatro dell’incubo biancorosso. La tradizione in questo stadio è ostica, se si eccetua una vittoria in Coppa Italia. Le ultime dicono però di un Carpi in piena emergenza. Fuori di certo Comoli, Poli, Roncarati e Chiurato; in dubbio Del Zingaro e Ianneo, mentre Marini ha qualche problema muscolare e Grande è febbricitante. In chiave ripescaggi, la novità di settimana è che è stato tolto il lodo Petrucci per la serie C, quindi se qualche società dovesse fallire nelle serie professionistiche ripartirebbe immmediatamente dalla serieD. In questo caso, per ogni società fallita o non in grado di iscriversi alla categoria, verrebbero ripescate alternativamente la vincitrice dei playoff di D, poi una C2, poi la finalista del playoff, poi un altra di C2 e così via.


Riproduzione riservata © 2016 TRC