in:

Sarà una campanella speciale quella che, il 7 gennaio: 900 studenti della scuola, torneranno nella sede storica di via dei Serv

Sarà una campanella speciale quella che, il 7 gennaio, sancirà il rientro a scuola degli studenti del Venturi di Modena perché dopo le vacanze di Natale, 900 studenti della scuola, torneranno nella sede storica di via dei Servi, nel cuore del centro storico di Modena. I lavori per il miglioramento sismico, il ripristino e la messa in sicurezza post sisma di queste mura seicentesche, sono finalmente terminati. Inagibile dal 2012 a causa delle scosse ora questo istituto storico della città tornerà a vivere; in questi giorni si sta completando la sistemazione degli arredi, dopo i traslochi delle scorse settimane dalle sedi di via Rainusso e via Sgarzeria. Un intervento, eseguito dalla Provincia, da 2milioni e 308 mila euro, finanziati con i fondi regionali per la ricostruzione e in parte dalla Provincia stessa (825 mila euro). L’ingresso degli studenti in aula sarà salutato con la cerimonia del taglio del nastro, prevista intorno alle ore 8,10. La sicurezza sismica dell’Istituto ora è garantita – spiega la Provincia – grazie ai rinforzi strutturali e all’installazione nelle murature di quasi 500 catene antiribaltamento. Studenti, insegnanti e personale avranno a disposizione 33 aule, 12 laboratori, la palestra, la biblioteca, dieci uffici, due sale insegnati e due per riunioni. L’edificio ospiterà gli studenti del liceo artistico composto da biennio e triennio di architettura e ambiente, design dell’arredamento e grafica. D’ora in poi il Venturi ha a disposizione tre sedi: quella di via dei Servi, la sede storica di via Belle Arti 16 (dove la Provincia ha già in programma un intervento di ristrutturazione) e la sede di via Ganaceto (ex istituto Deledda) inaugurata nel 2016 dopo i lavori di ripristino.


Riproduzione riservata © 2019 TRC