in:

Tra gli scientifici eccelle l’Allegretti di Vignola, seguito dall’intramontabile Tassoni; il Muratori resta imbattibile tra i classici

Tra gli scientifici eccelle l’Allegretti di Vignola, seguito dall’intramontabile Tassoni; il Muratori resta imbattibile tra i classici ed è primo pure tra i linguistici; stesso discorso per il leggendario Fermi nell’indirizzo tecnologico, mentre il Fanti di Carpi tiene bene in ogni specialità. I dati Eduscopio confermano che la qualità principale dell’offerta scolastica a Modena e provincia è proprio la varietà – e non includono eccellenze specifiche come il Ferrari di Maranello nella meccanica o lo Spallanzani, nelle sue varie sedi, per quanto riguarda l’agroalimentare; declinando una classifica nella quale spunta un solo vero punto d’ombra – il tasso di abbandono ancora alto, al 13%, dato in chiaroscuro dal momento che è in parte motivato dalle opportunità lavorative nel settore manifatturiero. Sopra gli 80 punti di coefficiente totale le scuole sono tre: Allegretti, Tassoni e Muratori appunto, che eccellono anche per numero di diplomati entro i cinque anni – almeno il 70%. Tra i parametri di cui tiene conto Eduscopio ci sono, oltre al tasso di diplomati in regola, parametri quali il voto medio e la qualità dell’inserimento post-diploma nell’Università e nel lavoro. Aspetto, quest’ultimo, che è al centro degli sforzi dei dirigenti scolastici; che tuttavia confermano la prima regola per essere una scuola appetibile: la qualità degli insegnanti.
A Modena si conferma inoltre la superiore qualità degli istituti superiori pubblici rispetto a quelli privati. Eduscopio aiuta a sceglierli, tramite un sito web facilmente navigabile per prossimità alla propria abitazione e coefficiente qualitativo. Arrivando pure a offrire un interessante punto di vista sulle scelte che gli studenti faranno una volta fuori dalla scuola, per approcciare con più forza il tema delicatissimo dell’orientamento. Al cui proposito è partita anche la guida online agli istituti superiori stilata dalla Provincia di Modena, che conferma la prevalenza del Liceo col 40% delle preferenze ma vede confermarsi in provincia la forza dell’offerta tecnica e tecnologica, scelta dal 39% dei ragazzi contro il 31 della media nazionale.


Riproduzione riservata © 2018 TRC