in:

L’applauso liberatorio dei cittadini: finalmente pronte, dopo la chiusura dell’indagine sul cemento depotenziato

Si è spinto anche oltre, Sandro Palazzi, dichiarando che Fernando Ferioli e la sua giunta hanno – testuali parole – “agito correttamente nell’interesse dei cittadini di Finale Emilia”, protagonisti di un’accoglienza carica di applausi e abbracci per l’ex primo cittadino. Una pace improvvisa con riabilitazione politica, una seconda benedizione per le scuole Frassoni – aperte senza modifiche strutturali a due anni dallo stop della Procura per l’indagine sul cemento depotenziato, e dietro la completa certificazione sulla solidità della struttura. “E’ la scuola più bella del post sisma” continua Palazzi in un clima liberatorio dopo tanti veleni; che continueranno, per quanto riguarda la parte penale, col Comune di Finale intenzionato a determinare i responsabili di due anni di forti disagi costituendosi parte lesa in sede di indennizzo. Mentre l’ex sindaco Ferioli chiude il cerchio – anche penale – che lo investì a maggio 2016.

La scuola è bella, in effetti: a testimoniarlo soprattutto i cittadini, a centinaia nei corridoi in attesa della prima campanella prevista per lunedì. Lavagne multimediali e ampi spazi per ricominciare, finalmente, a sei anni e mezzo dal terremoto.

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC