in:

Cambiata di nuovo la procedura, a rischio il regolare inizio d’anno

Lo scorso anno i dirigenti scolastici degli ambiti territoriali di Modena avevano avviato sull’intera provincia un sistema di chiamata per i docenti destinatari di nomine annuali, utilizzando una modalità sperimentale che anziché lasciare le singole scuole a gestire autonomamente le procedure fatte di graduatorie, convocazioni e nomine, aveva sostanzialmente centralizzando queste operazioni convocando tutti i docenti presenti nelle graduatorie, in un’unica sede e soprattutto in tempo utile per iniziare regolarmente l’anno scolastico. Un sistema che, a parte qualche possibile correzione, aveva funzionato a dovere. Il problema è che quest’anno, invece di rendere effettiva la sperimentazione, sono di nuovo cambiate le carte in tavola. Il Miur ha infatti pubblicato una nota che, nel definire scadenze e procedure per l’aggiornamento e l’integrazione periodica delle graduatorie, porta fino al 10 settembre la scadenza utile per la scelta delle scuole da parte del docente sulla piattaforma dedicata. E questo, secondo Cgil che per prima ha lanciato l’allarme, potrebbe rendere complicato l’inizio regolare dell’anno scolastico


Riproduzione riservata © 2018 TRC