in:

Continuano le polemiche sulla festa dedicata al Bologna Pride al centro estivo dell’asilo della Meridiana a Casalecchio

Continuano le polemiche sulla festa dedicata al Bologna Pride al centro estivo dell’asilo della Meridiana a Casalecchio di Reno. Nel dibattito si è inserita anche la Curia bolognese che affiderà le proprie riflessioni sulla vicenda all’editoriale domenicale di Bologna Sette, il settimanale dell’Arcidiocesi del quale è stata diffusa un’anticipazione. La chiesa bolognese esprime sconcerto per la presentazione del Gay Pride a bambini in una fascia di età delicata come quella prescolare. Un tema così complesso meriterebbe di essere affrontato con maggiori cautele e sicuramente con il coinvolgimento pieno delle famiglie, prime responsabili dell’educazione dei figli” scrive la diocesi che sottolinea che l’iniziativa delle maestre ha avuto l’effetto di scatenare “contrapposizioni e strumentalizzazioni che non giovano alla costruzione di un clima sereno di reciproca fiducia tra la scuola e i genitori”.
Intanto, a rispondere alle accuse è il presidente della cooperativa che gestisce il servizio, Pietro Segata: “Non amiamo sorprendere le famiglie con i nostri progetti, ma può capitare comunque un errore, nello specifico la costruzione del materiale della giornata che richiamava il gay pride quando l’intento dell’attività era decisamente più generico. Incontreremo le famiglie, dagli errori si apprende e faremo il massimo perchè i nostri progetti siano condivisi anche dai genitori”. L’aver ammesso di essere andati oltre gli intenti per la diocesi è un passo nella giusta direzione del dialogo.


Riproduzione riservata © 2018 TRC