in:

Sono state premiate questa mattina all’Opificio Golinelli le classi vincitrici del concorso “Vitamina C”, dedicato ai millennials e pensato per promuovere le cooperazione

Sette scuole bolognesi – due medie e 5 superiori – si sono messe al lavoro per inventare una cooperativa. E i risultati sono stati sorprendenti: c’è chi ha pensato a una app che ci avvisa quando un alimento o un farmaco stanno per scadere, così da evitare gli sprechi, chi a un servizio di consegna di frutta e verdura nelle macchinette di scuole e uffici, così da evitare le merendine confezionate e chi, ancora, ha inventato “Plumapp” – che prende spunto dal termine bolognese “plumone” e informa gli utenti di vari servizi in città a basso costo o scontati. Tutti rientrano in Vitamina C, dove la C sta per cooperazione, condivisione e cultura d’impresa. Il progetto, promosso da Legacoop Bologna, Confcooperative Bologna e dal Centro Italiano di Documentazione sulla Cooperazione e l’Economia Sociale è durato un intero anno, per poi arrivare alle premiazioni, all’Opificio Golinelli. Tanta emozione ed entusiasmo per i premiati: ogni classe ha ricevuto un assegno di 500 euro, poi la giuria popolare ha selezionato due progetti ai quali sono andati dei buoni per acquistare libri. Due i premi “comunicazione”, con auricolari in regalo per tutti; infine i premi più attesi, quelli di “merito”: 3 classi hanno ricevuto una stampante 3d

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC