in:

Il “Comitato Difendiamo i nostri figli” emanazione del Family Day ha presentato a Palazzo d’Accursio i risultati di un monitoraggio

Il “Comitato Difendiamo i nostri figli” emanazione del Family Day, il movimento che si oppone al diritto sancito per legge per le persone dello stesso stesso di unirsi civilmente, ha presentato a Palazzo d’Accursio i risultati del monitoraggio dei Piani dell’Offerta Formativa delle scuole di Bologna. Lo scopo è fornire ai genitori un manuale per sapere quali sono gli istituti che svolgono “attività potenzialmente intese a favorire la diffusione dell’ideologia gender”, spiega testualmente l’introduzione dei risultati del lavoro svolto in sei mesi dal Comitato, affinché i genitori possano essere informati e dare il proprio consenso oppure opporsi. E Secondo lo studio il 77% delle scuole bolognesi presentano indizi di ideologia gender. La Contestazione del Comitato ruota attorno alla legge sulla Buona Scuola, che al comma 16 prevede la promozione nelle scuole dell’educazione alla parità tra i sessi, della prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni”. Secondo il Comitato, la legge avrebbe lo scopo di diffondere quella che definiscono ideologia gender e non quello di prevenire casi di violenza e bullismo

Alla presentazione del monitoraggio anche i consiglieri di Forza Italia, in Regione e Comune, che si tengono ai margini dei giudizi sulle scelte che attengono l’individuo, ma chiedono per i genitori la possibilità di un “consenso informato”


Riproduzione riservata © 2017 TRC