in:

Dopo le immissioni in ruolo dei docenti di inizio agosto (2371 su base regionale), è arrivato il turno del personale Ata

Dopo le immissioni in ruolo dei docenti di inizio agosto (2371 su base regionale), è arrivato il turno del personale Ata. Nell’aula magna del liceo Muratori si è svolta la convocazione da parte della dirigenza dell’ufficio scolastico modenese per 44 assistenti amministrativi, 69 collaboratori scolastici e 6 assistenti tecnici. In tutto 119 lavoratori che con una firma hanno posto la parola “fine” ad anni di precariato. I sindacati ricordano però che molti istituti scolastici del modenese restano in sofferenza proprio per la carenza di personale Ata, a fronte di esigenze delle scuole sempre maggiori. Per l’ufficio scolastico del territorio di Modena la stabilizzazione del maggior numero di lavoratori possibile resta uno degli obiettivi principali.

 

Intanto all’Università, a rischio alcuni esami della sessione di settembre e ottobre: sarebbero infatti una quarantina i professori dell’Università di Modena e Reggio che avrebbero aderito allo sciopero indetto a livello nazionale dal Movimento per la dignità della docenza universitaria. Scopo della protesta la richiesta dello sblocco degli scatti stipendiali dal 2015, come per tutto il pubblico impiego, e non dal 2016. Sempre a proposito di Unimore, continua a riscuotere successo il dipartimento di Ingegneria: sono infatti quasi 700 i giovani che si sono sottoposti al test on line previsto per valutare il proprio livello di preparazione in vista dell’immatricolazione ad uno dei 7 corsi di laurea triennale.

 

Intanto, al via oggi a Castelfranco Emilia i lavori di manutenzione della ex scuola media Messieri di via Magenta che verrà utilizzata per risolvere il problema degli spazi dello Spallanzani, l’istituto scolastico cresciuto maggiormente nel modenese con un numero di iscritti passato da 332 a 900 negli ultimi 5 anni. L’intervento, dal costo di 25mila euro, consentirà l’utilizzo della palazzina già dal 15 settembre in tempo per il regolare avvio dell’anno scolastico. La Provincia eseguirà la manutenzione di 11 aule e di sei bagni. Sulla stessa palazzina, inoltre, è in programma nel 2018 un ulteriore intervento di ristrutturazione con un investimento di oltre un milione di euro finanziato di recente dal Governo.


Riproduzione riservata © 2017 TRC