in:

Le modalità di rientro saranno comunicate domani. Questa mattina nuova protesta spontanea,alcuni ragazzi hanno improvvisato un corteo.

Mercoledì gli studenti del Sigonio torneranno regolarmente tra i banchi, con modalità che saranno comunicate però solo domani. I controlli tecnici svolti nella sede del liceo, dove venerdì si è staccato un pezzo di intonaco dal soffitto di un’aula del secondo piano, hanno confermato l’assenza di problemi strutturali nell’edificio. “Ma l’intonaco è vecchio – hanno sentenziato i tecnici – e non è possibile prevedere altri eventuali distacchi”. Per questo motivo, per garantire la sicurezza degli studenti, il controsoffitto del secondo piano verrà interamente sostituito con una struttura moderna in cartongesso e pannelli. Occorrerà tempo però per svolgere i lavori, un mese e mezzo circa. Per questo bisognerà capire dove trasferire gli alunni delle classi del secondo piano. Una decisione che sarà comunicata domani, ultimo giorno di vacanza, si fa per dire, dei ragazzi. Ancora all’oscuro delle decisioni degli esperti, ma ben intenzionati a farsi sentire, preoccupati per la sicurezza della loro scuola, questa mattina gli studenti del Sigonio erano transitati in corteo per le vie del centro, passando davanti alle scuole superiori Venturi, Tassoni e San Carlo. Una protesta approdata poi in piazza Grande, dove una delegazione è stata fatta salire in municipio per incontrare il sindaco. “E’ stato un incontro costruttivo” ha dichiarato Pighi. Il quale ha dato disponibilità ad incontrare nuovamente gli studenti, ed eventualmente insegnanti e famiglie, nei prossimi giorni. Gli studenti, infatti, si sono impegnati a far pervenire all’amministrazione comunale una lista dei problemi riscontrati in merito alla funzionalità della scuola.


Riproduzione riservata © 2018 TRC