in:

Cambia la presenza di ragazzi stranieri nelle scuole italiane, si è fermato il boom degli anni scorsi. Ma in Emilia Romagna alta la presenza.

Cambia la presenza degli alunni stranieri nelle scuole italiane, e l’Emilia Romagna si aggiudica il gradino più alto del podio per numero di immigrati sui banchi. Si è fermato il boom dei primi anni del terzo millennio e gli alunni stranieri nati in Italia si apprestano al sorpasso sui coetanei nati all’estero. A certificarlo è l’ultima pubblicazione del ministero dell’Istruzione sugli “Alunni stranieri nel sistema scolastico italiano”, con dati aggiornati all’anno scolastico 2012/2013. I 786.630 alunni di tutte le scuole italiane sono un ennesimo record per il nostro Paese: più 30.691 unità rispetto all’anno scolastico precedente. Ma, questa volta, l’incremento (più 4,1%) è il più piccolo degli ultimi 10 anni, quando si aggirava attorno al 15%.

 

E nell’arco di pochissimi anni la popolazione scolastica di origini straniere potrebbe assestarsi attorno al milione di alunni. Oggi, gli allievi non italiani rappresentano quasi il 9%. Con punte prossime al 10% nella scuola dell’obbligo. Ma la loro presenza è concentrata soprattutto nelle regioni settentrionali dove studiano due alunni stranieri su tre. E l’Emilia Romagna, dove 15 alunni su cento sono censiti come stranieri, detiene il record. Mentre in Campania si registra la minore presenza di non italiani.


Riproduzione riservata © 2018 TRC