in:

Dopo le ispezioni di oggi nel liceo, si è deciso per un controllo approfondito di tutto l’intonaco dei soffitti, una superficie di 4.500 metri quadrati.

Domani e martedì il liceo Sigonio di Modena resterà chiuso. Questa mattina al liceo pedagogico Sigonio era tutto un via vai di tecnici, muratori, amministratori pubblici. La scuola, dopo il crollo di una parte di intonaco caduta sul banco di una studentessa venerdì mattina, è sotto la lente di ingrandimento. Dopo i sopralluoghi di ieri, i lavori all’interno dell’edificio proseguono senza sosta. La struttura, hanno detto i tecnici subito dopo i primi controlli è strutturalmente solida e non vi sono infiltrazioni d’acqua, ma la situazione preoccupa. Il Comune, dopo un incontro di oggi pomeriggio, ha disposto un approfondito accertamento su tutto l’intonaco di tutti i soffitti, una superficie totale di 4.500 metri quadrati.

 

L’episodio di venerdì ha sollevato inquietudine tra studenti professori e famigliari. I ragazzi ieri hanno organizzato un’assemblea per sottolineare i problemi della scuola. “Non si sentono sicuri – hanno detto – l’edifico è vecchio, entrano spifferi, si staccano maniglie e l’altro giorno un attaccapanni è finito addosso a una ragazza”. Questa mattina hanno visitato l’edifico anche gli assessori Marino e Querzè per seguire personalmente la ricognizione che decreterà il futuro dell’edificio.


Riproduzione riservata © 2018 TRC