in:

Comunque immediato l’intervento dei professori e del taxi con defibrillatore, Prognosi riversata per il 15enne

Si è sentito male sui banchi di scuola. E’ ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Maggiore, un 15enne che frequenta un istituto tecnico di Bologna. Questa mattina le sue condizioni sono leggermente migliorate, non è più in pericolo di vita. E’ ricoverato nel reparto rianimazione e la prognosi non è stata ancora sciolta.
Tuttavia potrebbe averlo salvato la prontezza di due professori che, ieri mattina, gli hanno prestato i primi soccorsi. Quando il ragazzino si è sentito male è stato chiamato subito il 118 che, in costante contatto telefonico con i due professori, li ha coordinati mentre stavano facendo il massaggio cardiaco. In attesa dei medici, è arrivato anche un tassista, allertato dalla centrale, che ha a bordo un defibrillatore che fa parte del progetto ‘RespondEr’ che prevede di chiamare, in caso di arresto cardiocircolatorio, quando ogni minuto è fondamentale, i taxi più vicini che hanno a bordo un defibrillatore.


Riproduzione riservata © 2018 TRC