in:

Terzo decesso da west nile. Rimangono stazionarie le condizioni degli altri pazienti ricoverati con encefalite, uno è grave

È deceduto stamattina il paziente ricoverato per West Nile nella Terapia Intensiva dell’Ospedale Civile di Baggiovara dall’inizio di agosto per le complicanze neurologiche legate al virus. Si tratta di uno dei due pazienti in prognosi riservata già indicati dalla nota regionale del 10 settembre scorso. Residente nella Provincia di Modena, era stato ricoverato in Medicina per sintomi neurologici e insufficienza respiratoria l’8 di agosto; qui era stata riconosciuta l’encefalite da West Nile col successivo ricovero, il 12 agosto, in Terapia Intensiva dove il quadro clinico si è progressivamente aggravato sino al decesso avvenuto in data odierna. Questo caso, rispetto ai due precedenti, è stato immediatamente ascrivibile all’encefalite, anche in virtù del lungo periodo di ricovero che ha colpito il soggetto, che presentava altre patologie di base.

In Terapia Intensiva al Policlinico di Modena rimane ricoverato in condizioni stazionarie e prognosi riservata il secondo paziente segnalato come grave.

Stazionarie le condizioni degli altri pazienti ricoverati con encefalite da virus West Nile. Gli infettivologi spiegano che l’aumento della diffusione era atteso e ci si è mossi per tempo.
Le dimensioni della diffusione della febbre da virus del Nilo Occidentale sono state però silenziate a Modena fino a quando la famiglia di Graziano Gazzotti, una delle vittime, ha deciso di rivelare la causa del decesso e le polemiche sono ancora accese. Intanto nell’ Area Nord è stato registrato il maggior numero di contagi, ma le disinfestazioni sono state fatte.

 

Mentre piovono le critiche di vari esponenti politici sull’azienda usl di Modena per i ritardi nella comunicazione dei casi di West Nile in provincia, dove a causa del virus hanno perso la vita due persone, anche i cittadini lamentano scarsa informazione e pochi interventi di disinfestazione.
Oltre agli interventi nelle aree pubbliche, che per molti cittadini sono stati ridotti al minimo, è necessario disinfestare anche quelle private


Riproduzione riservata © 2018 TRC