in:

Sul tema vaccini il governo sembra non avere le idee chiare, dopo il dietrofront di ieri, oggi, a sorpresa, torna in auge la circolare Grillo

Sul tema vaccini il governo sembra non avere le idee chiare, dopo il dietrofront di ieri sulla sospensione almeno per un anno dell’obbligatorietà oggi, a sorpresa, torna in auge la circolare Grillo che concede la validità della sola autocertificazione delle famiglie anche per l’anno scolastico 2018-2019. E’ stata infatti presentato un emendamento – ancora da votare in commissione – per trasformare la circolare in legge, diversamente, avevano ricordato i presidi, il suggerimento non avrebbe avuto valore. Attenzione: dove esiste l’anagrafe vaccinale i dati Asl sono consultabili in tempo reale, e chi viene scoperto a dichiarare il falso rischia la denuncia.

Il dietrofront di ieri del governo sul tema vaccini, che ha annullato la possibilità per quest’anno ai bambini non vaccinati di entrare a scuola, di fatto aveva dato ragione alle rimostranze della comunità scientifica, del mondo della scuola e allo spirito della legge voluta dal ministro Lorenzin e prima ancora dalla regione Emilia Romagna, che già due anni fa aveva introdotto l’obbligo a tutela della salute pubblica. “Ha vinto il buon senso”, aveva commentato il governatore Bonaccini. Della stessa opinione l’assessore comunale Cavazza. Ora in realtà tutto torna in forse, e regna l’incertezza. A Modena, in realtà, non cambia molto, sono davvero pochi i bimbi iscritti a nidi e materne ancora non in regola. L’assessore aveva annunciato che alla fine delle verifiche chi non era vaccinato avrebbe dovuto restare a casa fino a quando non in regola. Ma ora cosa accadrà? “Se dovesse passare questo emendamento, chiediamo che ci sia una verifica sistematica delle autocertificazioni. La ratio dell’istituto dell’autocertificazione è infatti quella di semplificare la vita al cittadino ma non esenta le amministrazioni dall’obbligo di verifica”. Lo afferma il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, in merito al nuovo emendamento dei relatori sui vaccini al decreto milleproroghe.


Riproduzione riservata © 2018 TRC