in:

Nuovi interventi straordinari di disinfestazione sono già stati disposti.

Quella contratta in via Canaletto a Modena non è Chikungunya: risulta negativo l’esito degli esami condotti sul caso sospetto registratosi ieri, niente zanzara tigre e niente contagio, tanto che il Comune ha sospeso gli immediati lavori di disinfestazione per limitare il disagio dovuto agli agenti chimici a carico delle famiglie nella zona. Si tratta del secondo falso allarme della stagione, dopo quello registratosi a Cavezzo qualche settimana fa; è West Nile semmai a preoccupare: patologia trasmessa dalla zanzara comune e che evolve in criticità neurologica in un caso su 150, soprattutto persone anziane o con problemi epatici. Tanto che nuovi interventi straordinari di disinfestazione sono già stati disposti.
Da martedì 21 a giovedì 23 agosto verranno infatti disinfestati i luoghi della città nei quali è più densa la presenza del fastidioso insetto, e più vicini alle scuole: se ne incaricherà la ditta Biblion, che interverrà in via Pasteur nei pressi della scuola Villaggio Giardino; in via Loschi, scuola Amendola; in via del Gambero, vicino all’omonima scuola; in via Frescobaldi attorno alle Forghieri; in via Silvio Pellico, sempre accanto all’edificio scolastico, infine in via Nicoli, accanto alle Leopardi. L’intervento riguarderà solo le aree esterne, gli operatori saranno riconoscibili tramite tesserino (specifica necessaria ad evitare intrusioni domestiche e truffe) e passeranno di casa in casa a raccogliere segnalazioni in merito alla presenza di zanzare tigre, oltre a chiedere come da prassi di rimuovere tutte le acque stagnanti dei cortili e dei balconi, soprattutto nei sottovasi.


Riproduzione riservata © 2019 TRC